Investire: “Se l’acqua è mancata, l’amministratore non ha colpe”.

Roma 11 marzo 2020 – Se lunedì l’erogazione dell’acqua è stata interrotta, nell’immobile romano di Piazza della Torretta 36, messo in vendita dall’Inpgi, la colpa non è dell’amministratore di condominio che non avrebbe pagato una bolletta. Ma va cercata “in disguidi all’interno di Acea”. E’ quanto fa sapere la Società di gestione del Fondo Investire, nella persona di Amedeo Cesarini, Asset manager, che ha inviato al Siai la lettera che pubblichiamo qui sotto. In realtà, sostiene Investire, la bolletta di 226 euro relativa a luglio del 2019 non è mai arrivata, e tanto meno un sollecito di pagamento. Questo perché l’amministratore aveva comunicato con posta certificata, nel giugno del 2019, dunque un mese prima, un cambio di destinatario ad Acea Ato 2, provvedendo anche al saldo di un debito preesistente di 199 euro.

La lettera di Cesarini contiene in allegato la richiesta mandata ad Acea, che evidentemente non ha risposto all’amministratore e ha continuato a mandare le bollette al vecchio recapito. Per più di otto mesi, dunque, l’amministrazione di Piazza della Torretta non ha ricevuto alcuna bolletta per il pagamento dell’acqua. Attendiamo ora la versione di Acea che nella stessa giornata di lunedì, a morosità sanata, e dopo un sollecito del Siai, ha provveduto a riattivare il servizio.

______

Come Asset manager del Fondo Inpgi mi occupo anche di mantenere i rapporti con gli amministratori di condominio e, a tale proposito, vorrei chiarire la questione a beneficio di tutti. Come si può vedere dalla documentazione allegata l’amministratore Pulvirenti ha immediatamente richiesto la voltura dell’utenza Acea ATO 2 n°  200000653677 a giugno del 2019, provvedendo anche al saldo di una piccola morosità e indicando chiaramente ad ACEA il nuovo indirizzo di recapito delle fatture e di tutte le relative comunicazioni.

Per quanto sopra ritengo che l’amministratore non abbia nessuna colpa di quanto accaduto e ACEA non potrà certo negare la correttezza della pratica presentata.

Inoltre, Pulvirenti non appena saputo del distacco ha immediatamente saldato la morosità e si è attivato con una PEC e tramite tutti i canali disponibili di ACEA, per l’immediata riattivazione come del resto abbiamo fatto anche noi e tutti i colleghi, anche di Inpgi, che collaborano per il Fondo. Anche le passate situazioni che il Siai ha evidenziato, sono nate da disguidi in ACEA e la riattivazione delle utenze, sempre in giornata, è da attribuirsi soprattutto alla nostra insistenza e a quella dei nostri collaboratori.

Cordiali saluti,

Andrea Cesarini, Asset Manager Investire

Scrivi un commento


Nome*

E-mail (non verrà pubblicata)*

Sito Web

Il tuo commento*

Invia commento

Web Design & Hosting: Cartabianca