Canoni di affitto: in ritardo i bollettini di gennaio

Roma, 21 gennaio 2019 – Nessun allarme, è solo una complicazione burocratica. Molti  inquilini riceveranno in ritardo i bollettini per pagare l’affitto di gennaio perché la gestione delle riscossioni dei canoni mensili  degli appartamenti è passata dagli Uffici Inpgi a una società di property, che si chiama Yard, e il trasferimento dei dati non è ancora concluso. Così molte lettere con il cedolino  non sono state inviate: lo saranno al più presto – ci dicono i responsabili di Investire – e ovviamente non ci sarà alcuna mora a carico degli inquillini. Per coloro che pagano con il Rid attraverso la banca è confermato che dati e Iban non subiranno mutamenti e quindi il pagamento avverrà con le modalità di sempre. Il mancato ricevimento dei bollettini ha suscitato ovviamente preoccupazione e interrogativi, ma ci è stato assicurato che gli inquilini non subiranno danni da questo inconveniente: in ritardo, dunque, ma torneremo a pagare l’affitto…

 

2 commenti


  • Maria Iva Casanova

    Ma quegli uffici diventeranno gusci vuoti? Ma chi sono questi Yard?

    21 gennaio 2019
  • edoardo

    Quello che mi preoccupa è il conguaglio degli oneri accessori del 2017 che ancora non è arrivato e siamo a fine gennaio 2019…..si tratta di un bel rimborso visto che ci viene addebitato ancora il servizio di portierato pur essendo passati dal 2016 ad una ditta di pulizia, il che mi sembra assurdo!

    24 gennaio 2019

Scrivi un commento


Nome*

E-mail (non verrà pubblicata)*

Sito Web

Il tuo commento*

Invia commento

Web Design & Hosting: Cartabianca