Chi siamo


Il Siai è il Sindacato degli inquilini che abitano negli immobili dell’Inpgi, l’Istituto nazionale di previdenza dei giornalisti italiani, ed è convenzionato con il Sunia, per delega del quale agisce sul piano nazionale. La sede è a Roma presso l’Associazione stampa romana, in Piazza della Torretta 36. (vedi: contatti).

Presidente del Siai è Corrado Giustiniani. Segretario generale Gabriella Leonzi, che nell’aprile del 2016 ha sostituito il dimissionario Paolo Farneti. Del Consiglio direttivo fanno parte Giorgio Balzoni, Cinzia Caldarelli, Edgardo Fiorini, Pino Nicotri e Maurizio Salticchioli, mentre primo revisore dei conti è Gregorio Catalano. Il Direttivo scadrà alla fine del 2018. Giustiniani è al suo terzo mandato, perché già nominato Presidente nel dicembre del 2007, nel 2010 e nel dicembre 2014.

L’Inpgi possiede circa 2.200 unità immobiliari in tutta Italia, 1500 delle quali concentrate a Roma. Inizialmente gli immobili ad uso residenziale erano abitati quasi esclusivamente da giornalisti, che oggi invece si sono ridotti grosso modo alla metà degli inquilini complessivi.

Un po’ di storia. Il Siai nacque il 7 novembre del 1995 a Roma con atto del notaio Panvini Rosati. I fondatori furono Paolo Serventi Longhi, Silvia Garambois, Mario Carosi, Olga Bonanni in Civinini e Walter Colli. Mario Carosi è stato per vari anni presidente, e Walter Colli segretario generale. Praticamente decaduto nei primi anni dopo il 2000, è stato rilanciato nel 2006 da un Comitato provvisorio di 10 membri, in parte eletti da un’assemblea di inquilini dell’Inpgi, in parte designati dall’Associazione stampa romana, In ordine alfabetico: Gaetano Basilici, Paolo Butturini, Olga Civinini, Giorgio Chiecchi, Giulia Fossà, Corrado Giustiniani, Daria Lucca, Massimo Minisini, Ninfa Paoli e Rossella Santilli.

Il Comitato condusse una memorabile battaglia sindacale per calmierare gli affitti dei primi 30 contratti a canone libero scaduti nel 2007, dimezzando la richiesta di aumenti dell’Inpgi, che sfiorava inizialmente il 30 per cento. Il Comitato ha modificato e aggiornato anche lo Statuto del 1995, avviando in questo modo il rinnovo degli organi.

Web Design & Hosting: Cartabianca