Vendite: cosa dice l’Inpgi e come rispondiamo noi

Roma, 27 ottobre 2018 – Senza citare mai l’articolo del “Fatto Quotidiano” del 24 ottobre scorso, che aveva come titolo “Inpgi, la cassa piange: la dismissione è un flop”, la newsletter “Inpgi notizie” ha pubblicato ieri una smentita indiretta, affermando che “i risultati sono sostanzialmente in linea con le aspettative”, e addirittura che “sono estremamente confortanti”.
Nell’incontro sindacale del 4 ottobre scorso, con il segretario generale del Sunia Daniele Barbieri, il segretario provinciale dello stesso sindacato Emiliano Guarneri, il presidente del Siai Corrado Giustiniani e la segretaria generale dello stesso sindacato Gabriella Leonzi, i vertici di Investire Sgr, la società che gestisce e cura la vendita degli immobili del Fondo INPGI, avevano riferito che a quella data erano stati siglati atti notarili per 150 milioni di euro, un obiettivo molto lontano da quello generale di 650 milioni da conseguire entro il 2020. Adesso “Inpgi Notizie” scrive che alla data del 25 ottobre 2018, dunque venti giorni dopo, i rogiti sono stati per un valore di 210 milioni di euro, 60 milioni conseguiti in appena venti giorni, un’accelerazione straordinaria, ovvero rogiti per 3 milioni di euro al giorno.
Ma c’è un altro dato che induce a non farsi illusioni, il complesso delle proposte d’acquisto raccolte, tra quelle giunte all’atto notarile e quelle che dovrebbero pervenirvi, che è pari, sempre secondo “Inpgi Notizie”, a 236 milioni di euro, perciò soltanto qualcosa in più di quelle rogitate e un terzo dell’obiettivo fissato nel 2016. I giochi sono sostanzialmente fatti sulle quattro tranche di vendita che hanno compiuto il loro corso, resta da vedere cosa frutterà la quinta tranche appena messa in campo perché, checché ne dica l’Istituto di previdenza dei giornalisti, gli obiettivi sono purtroppo lontani dall’essere conseguiti. Non è chiaro, inoltre, se nei 236 milioni di proposte di cui 210 giunti al rogito siano inclusi anche gli immobili ad uso terziario e in quale misura.
“L’Inpgi avrebbe incassato molto di più se avesse adottato i reali prezzi di mercato, come il sindacato suggeriva – afferma il segretario generale del Sunia Daniele Barbieri – Bisognava partire dai valori Omi Agenzia delle Entrate. Questo è stato il vero problema, e non tanto lo sconto, del 25 piuttosto che del 30 per cento”. E ancora: “Un terzo degli incassi previsti è grosso modo un fallimento, un risultato certo non in linea con le aspettative. E, in più, sono stati messi in vendita i gioielli di famiglia”.
L’articolo di “Inpgi Notizie” correda il titolo con questo sommario in neretto: “Il piano vendite è attuato nell’interesse di tutti i giornalisti e non di pochi inquilini delusi”. Il riferimento è alla notizia data dal “Fatto Quotidiano” che in tutta l’area di via Cortina d’Ampezzo, su 122 alloggi messi in vendita ne sono stati acquistati appena 14, ovvero l’11 per cento. Era logico attendersi che l’operatore avrebbe restituito gli immobili al mercato dell’affitto, anziché proseguire nella vendita, per riproporli magari un paio d’anni dopo in vendita non più a prezzi siderali, ma vicini a quelli di mercato. Invece, adesso, ci si trova con un patrimonio totalmente ingessato, morto, né affittabile né vendibile. Secondo una stima del Siai, se gli alloggi fossero stati ceduti non tutti, ma anche solo nella misura del 60 per cento, ai prezzi Omi con sconto del 25 per cento, il maggiore incasso sarebbe stato tra i 15 e i 20 milioni di euro: “nell’interesse di tutti i giornalisti”.
Infine, “Inpgi notizie” osserva che “circa il 95 per cento di coloro che non hanno acquisito l’immobile” ha potuto godere del contratto di tutela della durata di otto anni conquistato dal sindacato. Una ragione di più per darci forza.
ISCRIVETEVI AL SIAI. POTETE FARLO IN DUE MODI:
-compilando il conto corrente postale 21199005 con la causale, le vostre generalità e l’importo di 30 euro
-oppure con un bonifico bancario di 30 euro all’Iban del Siai: IT61 Z076 0103 2000 0002 1199 005

Scrivi un commento


Nome*

E-mail (non verrà pubblicata)*

Sito Web

Il tuo commento*

Invia commento

Web Design & Hosting: Cartabianca