Ecco la terza tranche: gli immobili adesso, i prezzi a settembre

28 luglio 2017 – Un agosto col brivido per i 238 inquilini della terza tranche di vendite. Gli immobili prescelti sono stati approvati ieri, ma i valori medi delle case verranno comunicati soltanto nella prima settimana di settembre, mentre le lettere con le condizioni specifiche per ciascuna abitazione verranno distribuite attorno al 20 di quel mese. L’elenco degli immobili, che oltre alle 238 unità abitative comprende 17 negozi e 30 uffici, per un valore complessivo stimato in circa 102 milioni di euro, è stato approvato dal Comitato consultivo di comparto e dal Consiglio di amministrazione di Investire SGR, la società di gestione del Fondo INPGI Giovanni Amendola. Come per i precedenti due blocchi di vendite, gli inquilini avranno 60 giorni di tempo, dal momento della ricezione della lettera, per decidere se restare in affitto o comprare.

Ma ecco l’elenco dei 16 immobili, dieci dei quali ubicati a Roma e gli altri a Palermo, Perugia, Napoli, Torino e Bolzano, così come li ha comunicati oggi la newsletter dell’INPGI:

Roma Via dei Giornalisti n. 18 Q
Roma Via dei Giornalisti n. 53 C
Roma Via dei Giornalisti n. 53 E
Roma Roma, Via Tito Omboni n. 138
Roma Via della Camilluccia n. 195
Roma Via della Camilluccia n. 183
Roma Via della Camilluccia n. 179
Roma Via Salvatore Barzilai n. 91
Roma Vicolo delle Lucarie n. 37
Roma Via Oberto n. 59
Palermo Piazza Ignazio Florio n. 24
Perugia Ellera Scalo – Via Corcianese
Bologna Passaggio Giovanni Palatucci n. 1
Napoli Via Pietro Castellino n. 159
Bolzano Via dei Vanga n. 22
Torino Via Principe Amedeo n. 16

Il comunicato dell’INPGI si articola poi in tre parti, che riportiamo testualmente:

LE CONDIZIONI

“Come avvenuto per la prima e la seconda tranche agli inquilini verrà riconosciuto uno sconto del 25% sul valore di stima che non sarà superiore alla media dei valori medi dell’OMI e di Scenari Immobiliari. Le agevolazioni saranno estese ai componenti del nucleo familiare fino al quarto grado di parentela e sarà sempre prevista la possibilità di richiedere il cambio di alloggio in acquisto nel medesimo complesso immobiliare. Gli inquilini potranno inoltre beneficiare di particolari condizioni di accesso ai mutui. Per tutti gli immobili in vendita e’ previsto un piano di manutenzioni straordinarie del valore complessivo di 3,6 milioni di euro”.

LE TUTELE

“Saranno adottate particolari tutele sociali per gli inquilini che non sono in grado di acquistare un immobile. In particolare è previsto il rinnovo del contratto di affitto per 6+2 anni per gli inquilini con un reddito familiare non superiore a 50mila euro lordi (fino a un massimo di 60mila euro lordi per nuclei familiari composti da più persone), per i nuclei familiari dove è presente un portatore di handicap o dove tutti i componenti abbiano più di 67 anni di età. Sarà inoltre possibile ottenere un cambio di alloggio in immobili esclusi dal piano vendite.”

IL BANDO

“Una volta esaurito il periodo durante il quale gli immobili sono stati offerti agli inquilini, gli appartamenti non venduti saranno offerti agli iscritti e ai dipendenti dell’istituto per un periodo di 30 giorni attraverso un bando pubblicato sul sito. I prezzi saranno gli stessi della prima fase con uno sconto del 25% solo per gli appartamenti occupati. Solo al termine di questa fase gli appartamenti non venduti saranno proposti sul libero mercato ma gli inquilini continueranno ad avere un diritto di prelazione allo stesso prezzo offerto dall’eventuale acquirente.

Un commento


  • Siamo alla schizofrenìa pura.Le linee cui si ispira l’Istituto per disfarsi del proprio patrimonio immobiliare sono un puro mistero,squarciato soltanto da poche,contraddittorie informazioni provenienti da via Nizza.Peggio degli altri stanno alcuni colleghi,- anche piuttosto autorevoli e prestigiosi – che abitano ininterrottamente anche da cinquantanni appartamenti Inpgi, con canoni d’oro e fuori mercato anche nella congiuntura attuale che è,e non da oggi,nettamente di flessione per il comparto immobiliare.Come la mettiamo amici e colleghi di via Nizza?Dietro l’apparente regolarità formale de bandi, ci pare vi sia soltanto una grande confusione!.

    3 settembre 2017

Scrivi un commento


Nome*

E-mail (non verrà pubblicata)*

Sito Web

Il tuo commento*

Invia commento

Web Design & Hosting: Cartabianca