Per fruire degli sconti c’è tempo fino al 20 marzo. Ripristinate le tutele

1 febbraio 2017 – Niente più “incubo del 28 febbraio”. La scadenza posta da Investire nelle lettere consegnate proprio in questi giorni agli inquilini della prima tranche di dismissioni, è stata cancellata. La data ultima per l’adesione alla proposta d’acquisto e ai relativi sconti, torna ad essere quella del 20 marzo. E’ il risultato di un incontro svoltosi ieri nella sede di Investire, fra la Società di gestione del Fondo immobiliare dell’Inpgi e i sindacati Sunia, Siai e Unione inquilini.

Non un passo avanti, certo, ma il ripristino delle condizioni che Investire aveva indicato il 19 dicembre scorso. Dopo il no dei sindacati alla controproposta d’accordo presentata dalla SGR, questa aveva ristretto ancora le condizioni per gli inquilini coinvolti nell’operazione di vendita delle case INPGI. Contro questa chiusura, i sindacati avevano chiesto con un telegramma una convocazione urgente. Per chi non vorrà o non potrà comprare, anche le tutele tornano ad essere quelle previste nell’ultima proposta di Investire. Ma i sindacati hanno sollecitato nuovi incontri, perché molte cose vanno comunque meglio specificate, a cominciare dalle modalità dei rinnovi contrattuali (da quando scattano, ad esempio). Vi riproponiamo qui sotto, tanto le tutele, quanto il verbale della riunione di ieri Investire-sindacati.

A proposito delle lettere in distribuzione in questi giorni, molti inquilini continuano a chiedere come comportarsi. Possiamo confermarvi che ritirare la lettera dal mediatore dell’agenzia immobiliare non compromette in alcun modo la decisione successiva dell’inquilino di acquisto. Ricevere la lettera per raccomandata non cambia la sostanza delle cose e in qualche complesso immobiliare le raccomandate stanno già arrivando.

Abbiamo appreso da Investire che nei prossimi giorni saranno diramati appuntamenti per risolvere le questioni tecniche ancora in sospeso per i singoli caseggiati. Incontri che serviranno a fare maggiore chiarezza in vista di una decisione conclusiva. Detto questo, rimangono tutte in piedi le nostre riserve sui valori attribuiti agli appartamenti e che abbiamo rappresentato anche oggi in un serrato confronto ai responsabili della SGR Investire. Restiamo in campo, attenti a cogliere ogni nuovo margine per riaprire il confronto.
verbale riunione 31 genn 2017

  • Le tutele riconosciute da Investire (pdf 39 KB)
  • Scrivi un commento


    Nome*

    E-mail (non verrà pubblicata)*

    Sito Web

    Il tuo commento*

    Invia commento

    Web Design & Hosting: Cartabianca