Le proteste degli inquilini: “Richieste assurde e fuori mercato”

Roma, 12 settembre -    Telefonate di protesta, mail allarmate, continue richieste di incontro. Gli inquilini investiti dalla prima tranche di vendite dell’Inpgi manifestano al Siai il loro stupore e il loro disagio, non solo per i prezzi elevati degli alloggi comunicati dal Fondo, ma anche perché fra una zona e l’altra riscontrano delle contraddizioni rispetto agli effettivi valori di mercato. Le lettere agli inquilini con la richiesta di prenotazione dell’alloggio, tempo 60 giorni per rispondere e pagare un primo 3 per cento, erano state annunciate in spedizione da Investire Sgr a partire da lunedì 19, ma l’invio è stato congelato, in attesa di nuovi incontri sindacali dopo quello del 9 settembre scorso. Va poi anche ricordato che nella tabella fornita ai sindacati dalla Società di gestione del Fondo, che abbiamo pubblicato, i prezzi sono già scontati del 20 per cento.

Analizziamo allora i prezzi pieni di partenza, senza sconto. A Roma, l’immobile di via Eusebio Chini è stimato dal Fondo 3.500 Euro al metro quadro. Quello di via dei Lincei 4 mila. Gli inquilini di quest’ultimo complesso non ritengono giustificata questa differenza di 500 Euro a metro quadro, perché via Chini è inserita in una zona più quotata (Piazza dei Navigatori) mentre via dei Lincei è circondata da edifici popolari. Non si sono per il momento levate proteste da via Trionfale n.6316, quasi all’incrocio con via della Camilluccia, dove c’è un immobile di notevole qualità costruttiva (basti pensare che vi sono due ascensori) con molti alloggi liberi. Il prezzo pieno è 3.850 euro a metro quadro, dunque meno che a via dei Lincei e appena 100 euro in più della ben più periferica via Bucco, al Nomentano.

Difficilmente comprensibili, in rapporto ai valori appena descritti, sono i 4.300 euro a metro quadro per l’immobile di via Clelia 5, sulla Tuscolana. Zona servita, è vero, dalla metropolitana, ma la palazzina dell’Inpgi ha la sua porta d’ingresso nella rampa di un garage, e non si presenta bene, né all’esterno né all’interno. Da brivido le quotazioni di via del Casaletto e di via Sanzeno: 4.900 euro a metro quadro.

Difficile comprendere la differenza in più, di addirittura 1050 euro a metro quadro, di quest’ultima rispetto a via Trionfale, in una zona, via Sanzeno, mal servita dai mezzi pubblici e in due palazzine certamente meno rifinite. Daremo ampio spazio, nei prossimi articoli, alle voci critiche che si levano da Napoli e da Arenzano.

Scrivi un commento


Nome*

E-mail (non verrà pubblicata)*

Sito Web

Il tuo commento*

Invia commento

Web Design & Hosting: Cartabianca