Chiesto un incontro urgente al Presidente dell’Inpgi su caro-affitti, contratti scaduti, emergenze festive, riscaldamento.

Al Presidente dell’INPGI

Dr. Andrea Camporese

 

Caro Presidente, caro Andrea

scrivo per chiederti di ricevere il SIAI con la massima urgenza possibile. Nella precedente consiliatura, e all’inizio dell’attuale,  i nostri periodici incontri avevano prodotto risultati assai positivi: per il Sindacato degli Inquilini che rappresento ma, credo e spero, anche per l’Istituto. Poi qualcosa è cambiato: l’ultimo nostro appuntamento risale al 30 maggio 2012, quando proponemmo, purtroppo inascoltati, il blocco dell’aumento Istat per i pensionati, che subiscono anche il mancato aggiornamento per i loro trattamenti previdenziali, un servizio emergenze per i guasti che cadano nei giorni festivi e semifestivi, la termoregolazione da sperimentare negli immobili in cui vi sia il riscaldamento centralizzato e garanzie sull’orario e la reperibilità dei portieri.

Nessuna risposta è giunta a queste nostre richieste. E neanche a quella, che è ormai una nostra costante, di tenere più bassi gli affitti degli immobili messi a bando. Abbiamo dimostrato con un’indagine di operatori del settore, che consegnammo lo scorso anno all’Istituto, che il livello è più elevato di quello di mercato. Il rischio è duplice: tenere gli alloggi sfitti per più tempo e allontanare i giornalisti dalle case dell’Istituto. Negli ultimi due anni, poi, il problema si è aggravato e sono numerosissimi i colleghi che ci chiamano per dire che i canoni sono superiori a quelli di altri immobili nelle stesse aree. C’è poi il nodo dei contratti scaduti e da scadere a cui occorrerebbe applicare il canone concordato, in base alla legge 431 del 1998 che regola il settore degli affitti, ma il relativo accordo sindacale è scaduto il 31 dicembre 2012,  e attendiamo ancora la convocazione per il rinnovo.

In tutto questo, nonostante le promesse e le nostre costanti sollecitazioni, non siamo mai stati ricevuti dalla Commissione alloggi. Comprendiamo bene che il momento è assai delicato, per il presente e il futuro dell’Istituto, e ci è giunta voce del progetto di conferimento degli immobili dell’Inpgi a un fondo immobiliare, con benefici fiscali e di bilancio,  fondo in cui l’Istituto conservi peraltro un ruolo dominante nella società di gestione. Ma riteniamo che sentire il polso degli inquilini, sia ormai indifferibile.

Nell’attesa di una tua risposta, ti saluto con calore.

Roma, 23 ottobre 2013

Il Presidente del Siai

Corrado Giustiniani

 

Scrivi un commento


Nome*

E-mail (non verrà pubblicata)*

Sito Web

Il tuo commento*

Invia commento

Web Design & Hosting: Cartabianca