Lettera agli inquilini

Cari amici,

il sindacato degli inquilini dell’Inpgi (SIAI) è rinato. Le elezioni dello scorso ottobre sono state il momento della svolta. Ora c’è un Direttivo, uscito da quel voto e integrato da elementi designati dall’Associazione della stampa romana. Il Direttivo ha nominato un Presidente e un Segretario generale e ha cominciato ad operare. Tutto questo non sarebbe stato possibile se prima un coraggioso Comitato provvisorio non avesse rimesso insieme i cocci di questa nostra organizzazione, nata nel 1996 ma in letargo da qualche anno. Il Comitato ha proposto un nuovo statuto, poi approvato dall’assemblea degli iscritti e ha condotto una trattativa-pilota su una trentina di affitti scaduti, riducendo in modo significativo gli aumenti richiesti dall’Inpgi.

I rincari da contenere: ecco un tema decisivo, in momenti di dura crisi economica, come quelli che stiamo attraversando. Le manutenzioni: un altro terreno di impegno avvertito da voi, se possibile, come ancora più importante del primo, su cui il SIAI è deciso a costruire un sistema efficace di segnalazioni e di controlli, ed ha già nominato un referente al Direttivo. Siete in 1500, soltanto a Roma: per avere un contatto veloce con noi, prendete l’iniziativa e nominate un referente di palazzo. Gli stabili dell’Inpgi, nella capitale, sono in fondo soltanto 58.

C’è poi la terza sfida: espanderci sul territorio, dando vita a un sindacato davvero nazionale. L’Inpgi ha il grosso delle sue proprietà a Roma, ma blocchi di stabili anche a Milano, a Napoli e in altre città.

Per darci la possibilità di tutelarvi, però, dovete iscrivervi al SIAI. La quota è oggi di 30 euro l’anno, con cui dobbiamo pagare l’affiliazione al Sunia, il sindacato nazionale degli inquilini a cui tecnicamente ci appoggiamo, un’impiegata che cura le nostre carte, visto che siamo tutti volontari, impegnati in attività professionali, e – quando ci serviranno – relazioni tecniche o giuridiche. Noi, ovviamente, non percepiamo nulla, nemmeno un gettone di presenza. Gli iscritti, per ora, sono soltanto 210 e non vi nascondiamo che in questa fase iniziale arranchiamo un po’. Ma se riusciremo, come speriamo, a moltiplicarli, non soltanto saremo in grado di far fronte ai nostri obiettivi, ma potremo addirittura ridurre la quota di iscrizione.

Ringraziamo l’Inpgi che ci offre la possibilità di inviarvi questa lettera con il bollettino dell’affitto e di raccogliere le quote con lo stesso sistema.

Trasparenza e informazione debbono scandire ogni nostro passo. Nel sito internet www.stamparomana.it troverete il link del SIAI. Siamo ancora in fase di allestimento, abbiate un po’ di pazienza. La nostra sede è attualmentemente, presso l’Associazione Stampa Romana, in Piazza della Torretta 36 , 00186 Roma. Speriamo che rispondiate tutti alla nostra chiamata e vi salutiamo con lo slogan che ci siamo dati qualche tempo fa: “Adesso… lo SIAI”.

IL PRESIDENTE
Corrado Giustiniani  IL SEGRETARIO GENERALE
Paolo Farneti

Roma, 4 febbraio 2008

Scrivi un commento


Nome*

E-mail (non verrà pubblicata)*

Sito Web

Il tuo commento*

Invia commento

Web Design & Hosting: Cartabianca