Lettera agli inquilini

Cari inquilini,

come forse già saprete, il Siai, sindacato degli inquilini e assegnatari dell’Inpgi, si sta riorganizzando. Per ora è retto da un comitato provvisorio di dieci membri, sei dei quali eletti da un’assemblea degli inquilini, nel giugno del 2006, e quattro scelti dall’Associazione stampa romana che, secondo lo statuto attualmente in vigore, designa 4 componenti del direttivo. L’obiettivo, votato da una successiva assemblea, tenutasi il 6 novembre scorso, era quello di superare questo regime straordinario con delle elezioni ordinarie, da tenersi entro marzo di quest’anno. Un traguardo, però, che alla prova dei fatti si è mostrato troppo ravvicinato: è necessario prima raggiungere capillarmente tutti gli inquilini, che soltanto a Roma sono ben 1.500 e l’impresa non è facile. Non avrebbe senso affidare a poche decine di assegnatari la decisione di nominare il nuovo vertice e il nuovo direttivo. Dobbiamo arrivare a un’assemblea veramente plenaria.

Stiamo lavorando perché queste condizioni possano realizzarsi nel tempo più breve possibile. E intanto, assieme al Sunia, con il quale esiste un accordo di collaborazione, abbiamo centrato un primo traguardo riuscendo, nell’autunno scorso, a rinnovare i primi trenta contratti scaduti a libero mercato, a importi dimezzati rispetto a quanto chiedeva inizialmente l’Inpgi: l’Istituto voleva un aumento medio del 27 per cento a regime, noi abbiamo firmato a valori inferiori al 14 per cento, con piena soddisfazione delle famiglie interessate che ci hanno fatto sentire la loro gratitudine. Una nuova convocazione da parte dell’Inpgi è imminente, per altri contratti che sono nel frattempo scaduti, e saremo sempre lì a difendere i vostri interessi, anche assieme al Sunia. Inoltre, abbiamo ottenuto nel frattempo una stanza nella sede dell’Inpgi di piazza Apollodoro, con un telefono e un fax. Per ora è un punto d’appoggio, ci sarà un componente del nostro comitato a turno per uno sportello inquilini utile a seguire assieme a voi e all’Istituto la questione delle manutenzioni, perché il nostro indirizzo ufficiale è sempre presso l’Associazione romana della stampa, ma un giorno diventerà la nostra sede e vogliamo raggiungere gli inquilini Inpgi, anche delle altre città.

Solo se ci date forza riusciremo a costruire insieme un Siai forte e rappresentativo.

Ecco perché vi chiediamo intanto di inviare la vostra adesione al fax 066771170, o all’indirizzo email siai@stamparomana.it, preannunciando il pagamento della vostra quota, fissata per il 2007 in 30 euro, che potrete versare sul c/c postale n. 79673729 (indicare causale: quota iscrizione siai 2007), conto aperto per il nuovo Siai e temporaneamente intestato al Direttore dell’Associazione Stampa Romana, Ninfa Paoli, designata dal comitato a gestire questa prima fase, con il controllo di tutti.

Il Comitato Siai.
Gaetano Basilici, Paolo Butturini, Giorgio Chiecchi, Olga Civinini, Giulia Fossà, Corrado Giustiniani, Daria Lucca (dimissionaria), Massimo Minisini, Ninfa Paoli, Rossella Santilli.

Scrivi un commento


Nome*

E-mail (non verrà pubblicata)*

Sito Web

Il tuo commento*

Invia commento

Web Design & Hosting: Cartabianca